ARIANNA PORCELLI SAFONOV proposta spettacolo

P i a g h e

Scritto da Arianna Porcelli Safonov
Con Arianna Porcelli Safonov
Spettacolo con Video-mapping su tele

Piaga
[pià-ga] s.f. (pl. -ghe)
• 1 Lesione della cute o di una mucosa, con perdita di pus o di siero e difficoltà di  cicatrizzazione; estens. ferita, lacerazione, taglio: avere le p. ai piedi, alle mani
• 2 fig. Dolore dell’animo, pena, tormento || mettere il dito nella, sulla p., toccare un argomento delicato, che rinnova la sofferenza di qlcu.; anche, mostrare con chiarezza dove sta il nocciolo di un problema
• 3 fig. Problema sociale grave e diffuso: la p. dell’alcolismo, della corruzione

Sono piccole cose, niente di grave. Forse.

Sono messaggi subliminali, spacciati per avveniristici, pensieri morali che non puoi contraddire, altrimenti sei anacronistico, poco aggiornato, bigotto.

E poi negozi dove vieni radiocomandato a comprare ciò che hanno tutti oppure tendenze e professioni che l’universo ha decretato essere cool e non si può dissentire. Sono stili di vita ai quali, se vuoi essere accettato, non puoi sottrarti.

Queste sono le nostre Piaghe contemporanee: castighi che pensavamo fossero divini e che invece la nostra società si autoinfligge senza bisogno di un dio castigatore. Meccanismi culturali che inaridiscono, frustrano, immiseriscono il sistema intellettivo come un diserbante: il glifosato culturale. C’è chi le chiama tendenze, per Arianna sono problemi sociali, Piaghe.

Sette monologhi scritti da Arianna Porcelli Safonov, un muro interattivo di tubi catodici che traduce in immagini i testi. Una linea comica cruenta per raccontare le Piaghe: la filosofia del contatto giusto, la grande distribuzione, la pioggia insidiosa di password, il dramma di chi non è abbastanza cool, il dramma di chi lo è troppo.

Piaghe è uno studio sui disastri culturali ai quali siamo assuefatti, una caccia alle streghe del nostro secolo, scherzosa e serissima, una protesta contro l’intrattenimento e i suoi temi ideati per far dimenticare invece che pensare.

Piccola biografia

Arianna Porcelli Safonov è nata a Roma ed è laureata in Lettere e Filosofia, con indirizzo storia del costume. Ha vissuto a New York e a Madrid e ha lavorato per dieci anni nell’organizzazione di eventi internazionali, viaggiando fino al 2010, quando ha deciso di lasciare la sua professione di Project Manager per dedicarsi full-time alla scrittura. Nel 2011 si trasferisce a Madrid dove collabora con alcune compagnie di teatro contemporaneo e di improvvisazione. Nel 2014 rientra in Italia e pubblica due libri per Fazi Editore, Fottuta Campagna e Storie di Matti. Dal 2008 è attiva sul blog di racconti umoristici Madame Pipì e dal 2014 è in tour con diversi progetti di satira e critica umoristica al costume sociale italiano: Piaghe, Il Rìding Tristocomico, Diritto civile ed altre parolacce, Tumorismo, Electrocausticae e Cibo, vino ed altri castighi sociali. Dal 2018, collabora con l’Università di Pavia, con una docenza legata alle tecniche di improvvisazione applicate agli ambiti manageriali. Nel 2020 ha scritto e condotto il format TV per LaEffe, Scappo dalla città. I suoi monologhi sono diventati virali sul web, suo malgrado.