ANTONIO CORNACCHIONE proposta spettacoli

D.E.O. ex MACCHINA

di e con Antonio Cornacchione
collaborazione ai testi Massimo Cirri

scenografia e video mapping Alessandro Nidi
aiuto scenografia Giulia Cornacchione

 collaborazione all’ideazione e regia: Giampiero Solari

produzione Amicor Sas

La vera storia della D.E.O. raccontata da uno che non c’era, che sarebbe diventato impiegato Olivetti dopo e Cornacchione poi.

continua a leggere

“Durante gli anni impiegatizi passati alla Olivetti ho sentito favoleggiare a lungo della sua Divisione Elettronica e dei giovanissimi ricercatori coordinati da Tchou. La voce più insistente era quella che li voleva tutti matti, una via di mezzo tra Archimede Pitagorico e Jim Morrison! Ho fatto le mie ricerche: sì, lo erano!”

Cornacchione ripercorre la storia della D.E.O., dagli entusiasmanti anni di Barbaricina fino ad arrivare alla situazione attuale frutto delle varie ristrutturazioni aziendali degli anni passati. Alcuni rami sono vivi e vegeti e addirittura rilanciati nel campo informatico, altri sono morti o finiti in mani poco onorevoli … perché, come dice il saggio, solo conoscendo il passato si può capire il presente.

chiudi lettura

Noi siamo voi
Votatevi!

di e con Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli
consulenza drammaturgica e regia Renato Sarti
musiche originali Sergio Sgrilli

distribuzione Epoché ArtEventi, Menti Pensanti, Teatro della Cooperativa

Noi siamo per la gente, con la gente e in mezzo alla gente. Capito gente? Noi siamo voi e voi siete noi. Insomma, decidiamo insieme chi siamo?

continua a leggere

L’Italia come sempre è nel caos. Maggioranze di varia natura non sono riuscite a risolvere i problemi endemici del Paese.

Secondo Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli gran parte della colpa è dell’elevato numero di partiti politici e per questo propongono una geniale soluzione: fondarne un altro!
I nostri due eroi hanno deciso di scendere in campo, sì anche loro. Del resto nel nostro Paese, negli ultimi anni, la comicità e la politica sono sempre andate d’accordo. E sembra ormai che solo il comico sappia parlare alla pancia degli Italiani e possieda il curriculum giusto per governare la Nazione.
Quindi, i due neopolitici, fautori di una nuovissima politica che non si è mai vista prima, hanno deciso di incontrare i loro potenziali elettori nei teatri di tutta Italia.
I cittadini presenti in sala saranno invitati a confrontarsi con gli aspiranti candidati Cornacchione e Sgrilli sui temi del nostro tempo: ambiente, emigrazione, lavoro, scuola, cultura, sicurezza.

«Abbiamo bisogno di attivisti pronti a collaborare con noi per creare un partito – se poi sarà un’associazione, un gruppo solidale, un dopolavoro ferroviario lo capiremo strada facendo – di sostenitori propositivi con cui decidere il simbolo, l’inno, in quale quartiere affittare la sede, quante penne acquistare e, soprattutto, con cui redigere l’atto costitutivo», così arringano i due salvatori della Patria.

«Il nostro programma lo fate voi, noi siamo per la gente, con la gente e in mezzo alla gente. Capito gente? Noi siamo uno di voi, anzi due. Noi siamo voi e voi siete noi. Insomma, decidiamo insieme chi siamo!»

Questa è la nuova politica.

chiudi lettura

Cronache sessuali

di e con Antonio Cornacchione

Dopo il rapporto Kinsey che svelò al modo tutte le abitudini sessuali degli americani negli anni ’60 Antonio Cornacchione prova a scrivere un suo rapporto sulle abitudini sessuali degli italiani.

continua a leggere

Si parte dagli anni 70 per capire se la rivoluzione sessuale di quegli anni si è compiuta e se ha finalmente portato la felicità che prometteva o se invece ha alimentato soltanto frustrazione in quanto creatrice di un mondo di illusione lontano dalla realtà.. .
Le domande sono semplici e dirette: Se il sesso è la felicità dell’uomo moderno.. allora le persone più felici della terra sono gli attori porno? E’ vero che non è possibile aprire una scuola per attori porno in quanto gli studenti vorrebbero tutti ripetere l’anno? Ma il sesso è la via più facile per arrivare al successo?
L’orgasmo è un diritto o un dovere? Dietro al libertino mondo del web resiste un incallito moralista?
In tutto questo c’entra qualcosa Berlusconi ? Una risata vi seppellirà. Ma era quella del cavaliere?
Si parte da questo per arrivare al racconto di varie storie che Antonio recita in prima persona.
Il ragazzo timido che si innamora della porno star …l’uomo maturo che trova il punto g della moglie per errore mentre cerca i calzini…la femminista che odiava gli uomini e amava le donne che copiano gli uomini.

chiudi lettura