GINEVRA DI MARCO e FRANCESCO MAGNELLI proposta spettacoli

Questo Grande Villaggio Globale

concerto spettacolo per il centenario di Margherita Hack

da un’idea di Francesco Magnelli
con: Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Andrea Salvadori
musica: Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Andrea Salvadori
parole: Ginevra Di Marco e Manuela Critelli

continua a leggere

Cari ragazzi,
vorrei darvi un saluto e un augurio:
che possiate vivere in un mondo migliore,
in questo che si chiama il villaggio globale,
che sia davvero globale,
dove non ci siano più divisioni di razza, di nazionalità, di religione,
dove si sia davvero tutti fratelli,
tutti fatti dello stesso DNA,
per un mondo in pace,
per un mondo che ami la scienza
e che con la scienza cerchi di migliorare la vita di tutti.
Auguri!
Margherita Hack

“L’anima della Terra vista dalle stelle” è lo spettacolo di musica e parole che per quattro anni, dal 2009 al 2013, Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli portarono sui palchi dei teatri italiani con Margherita Hack.

In occasione del centenario dell’astrofisica, Ginevra e Francesco decidono di ritornare in scena per raccontare Margherita e la straordinaria esperienza vissuta insieme: un intreccio di racconti e musica per far affiorare ancora i suoi pensieri, la sua persona, il lavoro, la vita, le scelte e l’indomita necessità di schierarsi e lottare.

I materiali audiovisivi che documentano l’esperienza di allora, tra frammenti di spettacolo, interviste e momenti di lavoro, verranno messi in scena come attori, allo scopo di evocare ancora Margherita con la sua straordinaria forza

Un vitale susseguirsi di racconti e canzoni, la dovuta leggerezza e la battuta pronta, per omaggiare una donna meravigliosa e una grande amica.

Un evento speciale che prevede il coinvolgimento di ospiti che omaggeranno la figura di Margherita Hack.

Una personalità come quella di Margherita Hack lascia il segno nell’esperienza di chi l’ha frequentata, come noi, per quattro anni con lo spettacolo “L’anima della Terra vista dalle stelle”: una traccia profonda che affiora dai ricordi e ci chiama, quasi a chiederci di esistere ancora, di esserci, come una sorgente viva di stimoli e pensieri nuovi.
Celebriamo la nascita di Margherita Hack, non la ricorrenza della sua morte, affinchè la sua vita e il suo esempio possa continuare ad essere di ispirazione per le nuove generazioni e possa ancora affiancare noialtri, quaggiù, in un cammino che sappia diventare, alla luce della sua Stella, più forte e coraggioso”  Ginevra Di Marco

chiudi lettura

Una questione privata

di e con GINEVRA DI MARCO e FRANCESCO MAGNELLI

continua a leggere

Sembra ieri ma sono passati 30 anni.
Per questo abbiamo pensato di raccontare questa lunga storia di musica che ci ha visti sempre insieme.
Un pianoforte e due voci; aneddoti, racconti, retroscena, e canzoni per ripercorrere le tappe di una vita.
Dagli esordi con i CCCP ai dieci anni con C.S.I. fino a oggi, passando per Stazioni Lunari, la musica popolare del mondo e gli incontri con Margherita Hack e Luis Sepulveda.
“Una questione privata” da condividere con il pubblico nella disposizione d’animo più generosa, aperta e confidenziale.

Ginevra Di Marco

Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli presentano un repertorio che ripercorre la loro intera carriera, accompagnato da aneddoti e storie inedite. La narrazione comincia dalla storia di “Epica Etica Etnica Pathos” (l’ultimo album in studio dei CCCP), passa attraverso il racconto degli anni con i CSI (Consorzio Suonatori Indipendenti), arriva a “Stazioni Lunari”, una ricerca musicale volta a riscoprire i pezzi della tradizione popolare, e agli incontri con Margherita Hack e Luis Sepulveda. 

Un lungo viaggio, di parole e musica.

La loro carriera è rappresentativa di quanto il meglio della scena italiana abbia potuto generare, a partire dalla fine degli anni ’80, quando Francesco Magnelli, tastierista fiorentino, già arrangiatore dei Litfiba, entra entra come arrangiatore e compositore negli allora C.C.C.P. – Fedeli alla Linea, per poi entrare come membro dei CSI. Ed è con i CSI che esordisce giovanissima Ginevra Di Marco nel loro primo album “Ko de Mondo” e la sua voce accompagnerà quella di Giovanni Lindo Ferretti in tutti gli album del gruppo Le sue qualità e la sua esperienza però sono proseguite anche oltre e nel corso della sua carriera Ginevra Di Marco è riuscita a crearsi un proprio spazio, come artista e cantante di grandissima qualità, attraversando repertorio originale, la canzone d’autore italiana, giusto un esempio, l’album dedicato a Luigi Tenco o quella internazionale, come in “La Rubia Canta La Negra” dedicato alla cantante argentina Mercedes Sosa. Da non dimenticare infine le esperienze nell’ambito della tradizione italiana, con la riproposizione di brani quali “Malarazza” di Domenico Modugno o ancora canti della tradizione toscana e del sud.

chiudi lettura